Atti che legittimano l’azione intrapresa ed in corso di svolgimento, da questi Organi della Fratellanza Nazionale Fedele allo STATUTO

A - Atti di esecuzione contenuti nel la decisione del G. d’O. Ordinanza del 21.02.2003:

a) revoca con effetto immediato dalle rispettive cariche onorifiche del conn. E. Di Martino, del comm. G. Paulucci, del conn. A. Belli.
b) Revoca, per quanto possa occorrere e con effetto immediato, del provvedimento di sospensione emesso dal G. C. a carico del conn. Francesco Fanara.
c) Nomina quale Commodoro designato con le funzioni temporanee di rappresentare e governare la Fratellanza della Costa – Italia – fino alle operazioni di sorteggio previste dall’art. 16 dello Statuto per la scelta del Commodoro Designato, il Presidente del G. d’O. comm. Luigi Piccione;
d) Nomina Scrivano Maggiore con funzioni temporanee fino a quando il Commodoro designato non provvederà, ai sensi del deliberato del G. d’O. del 21.02.2003 sul Quesito V° alla nomina provvisoria di tutti gli altri membri onorifici elettivi compreso lo S.M., il conn. Cesare Checchi.
e) Ancora nella stessa ordinanza:
“Preso atto che le incompatibilità a riproporre la propria candidatura in conformità al deliberato di questo G. d’O. , Quesito V°, riguardano tutti i Maggiorenti uscenti e consentono a tutti i Fratelli della Costa, di riesaminare le loro intenzioni e disponibilità, in base alle proprie aspettative, di presentare le proprie candidature alle cariche onorifiche nazionali; …formula il presente ordine del giorno: E’ convocato il C.G. e G. che sarà tenuto a Pescara … in Aprile 2003, … con il seguente o. del g.: 1) assistenza e partecipazione alle operazioni di sorteggio del Commodoro designato ai sensi dell’art. 16 dello Statuto; 2) assistenza e partecipazione alla dichiarazione di accettazione della carica di Commodoro designati nei limiti e per gli effetti dell’art. 16 dello Statuto; 3) assistenza e partecipazione alle nomina da parte del Commodoro Designato nei limiti e per gli effetti dell’art. 16 dello Statuto, dei Maggiorenti che saranno preposti alle cariche elettive dicuiall’art.12 dello Statuto; 4) Estrazione a sorte dei tre Saggi ed elezione dei nuovi. 5) Presentazione degli Aspiranti da investire a Fratelli, così come dalle singole Tavole formalmente richiesto allo Scrivano Maggiore decaduto per effetto della presente ordinanza. Per gli adempimenti di cui sopra, i Fratelli Commodori aventi diritto alla designazione, sono invitati a dare la loro auspicabile disponibilità a concorrervi, entro il 31.03.2003. … “.


B - Atti Successivi al Giurì d’Onore ed alle decisioni dallo stesso emesse, rese inappellabili ed esecutive dalle norme contenute nell’art. 17 dello Statuto. Vieppiù, dai provvedimenti e certificazioni del Tribunale di Livorno e dalla Corte d’Appello di Firenze.

a) Atti dell’8.03.03 del Commodoro Designato in via provvisoria.
“ …. Per questi motivi dichiara la sospensione del lavori del C.G. e G. convocato per lo Zafarrancho di Primavera 2003, fino alla prossima convocazione da parte dell’Organo Statutario competente. … Dichiara di sospendere i lavori del Comitato dei Saggi fino alla prossima convocazione dell’Organo Statutario competente. … Dichiara … che comunicherà allo scadere del 31.03.03, che pone il limite di tempo alle dichiarazioni di partecipazione al sorteggio a Commodoro Designato, ai Fratelli tutti, l’esito di esso


b) Atti del 2.04.2003 del Comm. Desig.

“ … .Sussistendo ancora le ragioni di animosa agitazione, confermo la mia decisone assunta i 8/10.03.03 e comunicata a tutti i Componenti, di sospendere i lavori del C. G. e G., nonché del Comitato dei Saggi, indetti per il 5.04.03. …
In esecuzione dell’ordinanza del lodo emessa in pari data: poiché entro il 31.03.03, termine ultimo assegnato ai Fratelli Commodori per concorrere al sorteggio del Commodoro designato ex art. 16 dello Statuto, nessuno, oltre il sottoscritto, ha fatto pervenire dichiarazione di disponibilità, resto
confermato come Commodoro Designato e dichiaro di assumere tale carica, ai sensi dell’art. 16 dello Statuto, per la durata di un anno. Il mio personale intento è quello già dichiarato:
- di assolvere all’incarico; - dare esecuzione al lodo; - avviare la Fratellanza lungo la ritrovata sua rotta, componendo gli animi dei Fratelli, perché si predispongano a seguire la nuova navigazione; - verificare, con la collaborazione del capitano d’Armamento, se vi siano deliberazioni in contrasto od in disarmonia con le deliberazioni del lodo arbitrale, con le Norme Statutarie, l’Ottalogo ed i Principi della Fratellanza, in modo da proporre al C.G.G., le necessarie modifiche; - indire e presiedere il C. G. e G. di Primavera, elettivo. - Proclamare gli eletti e ritirarmi nel mio covo, desiderio questo che mi unisce allo Scrivano Maggiore pro tempore.. … . Nomino per la stessa durata del mio incarico: …….. . seguono le nomine … .”..

c) Atti del 26.04.03 del Comm. Desig.

… “Sono sospese tutte le attività degli Organi Nazionali della Fratellanza: C.G. e G.; Comitato dei Saggi.. Sono del pari sospese le manifestazioni ufficiali della Fratellanza che comportino la presenza dei Maggiorenti revocati. … Questo Governo temporaneo svolgerà gli incarichi Statutari che gli competono ed i suoi Componenti designati con il provvedimento del C. D. del 2.04.03, assumeranno le iniziative che individualmente loro competono.

d) Atti del 19.10.03 del Comm. Desig.

“ …. Essendo state le deliberazioni del Giurì d’Onore assunte espressamente come immediatamente esecutive, tutti gli atti compiuti dal Maggiorenti revocati quali: la convocazione del C.G. e G. di Pescara, la sua celebrazione e le deliberazioni ivi assunte; tutti gli atti e le deliberazioni che successivamente sono stati o saranno ancora per avventura emessi, sono a saranno illegittimi, inefficaci e del tutti inutili. Come è illegittimo e del tutto inutile, lo sbarco dei Membri del Giurì d’Onore, del Fratello ricorrente, che, nel tentativo di privare la Fratellanza del Suoi Organi Statutari Designati, quali il Commodoro Designato, lo Scrivano Maggiore temporaneo, ha portato come conseguenza l’allontanamento da Voi Fratelli, degli Organi Legittimi, mettendoVi tutti, Tavole e Fratelli, in situazione di illegittimità. …… Le deliberazioni assunte dal Commodoro Designato e dallo Scrivano Maggiore temporaneo con provvedimento del 26.04.03, sono in ogni loro parte confermati …. I Luogotenenti ed i Fratelli di Tavola che in atto versano, per i rilevi sopra esposti, in situazione di illegittimità, sono affettuosamente invitati a rettificare la loro posizione e rientrare in modo automatico nella giusta rotta, versando le taglie del 2004 nel termine ordinario del 31.12.2003 allo Scrivano Maggiore temporaneo conn,. Cesare Checchi nel suo covo a terra, in s. Donnino di Campi via Pistoiese 132 cap. 50110. Nel Gennaio 2004 la S.M. temporaneo predisporrà l’elenco dei Maggiorenti, delle Tavole e dei Fratelli in regola con il tesoro i quali soltanto avranno
diritto di voto nello Zaf. di Primavera. I Maggiorenti, le Tavole ed i Fratelli che vorranno successivamente regolarizzare la loro posizione, dovranno presentare espressa domanda entro e non oltre il successivo mese di Gennaio.
 
  2008 - Fratelli della costa Italia (fedeli allo statuto) - Contattaci